Torino Classical Music Festival-2016

Non ho mai avuto il tempo per scrivere altri articoli.Tanti eventi: esami, viaggi, tanto lavoro…Ma, vi racconterò della settimana appena conclusa,una settimana meravigliosa,del  festival di musica classica di Torino, per il quale ci siamo  preparati molto;abbiamo  rimandato tutto ciò che potrebbe essere rinviato per un altro giorno e ci siamo concentrati tutte le forze per essere in grado di assimilare tutte le informazioni musicali.

I bambini in un primo momento increduli,poi felici.Cosi contenti, che oggi, nel momento in cui vi scrivo, sento che vogliono andare ancora allo spettacolo.
E ‘stato un programma fitto di appuntamenti.Abbiamo cercato di vedere tutti i concerti, che si è rivelato molto difficile da ottenere, perché gli eventi sono stati collocati uno dietro l’altro e non siamo arrivati in tempo per prendere posti a tutti.In alcuni punti, dove c’era troppa gente fuori, hanno aperto largo i portoni;nei altri,ci hanno risposto con voce ferma che i posti erano occupati mezz’ora prima  e non danno il permesso a più (e io che appena riuscivo  a convincere i ragazzi di passare due chilometri ai piedi,sapendo di non avere un  parcheggio).

Sono contenta che dopo una settimana dolorosa ( strage a Nizza , colpo di stato militare, in Turchia , strage in America … ) le persone hanno ancora la forza di andare avanti ,di sfidare questi eventi negativi attraverso la bellezza espressa attraverso l’arte.Ne abbiamo abituati a vedere pattuglie di carabinieri e poliziotti ovunque, anche gli immigrati che dirigono il dito su qualcuno imitando come si spara ( successo nel primo giorno del festival , quando un immigrato , non specifico la sua nazionalità ,per non offendere  i suoi  straordinari connazionali, ascoltando la sua musica in cuffia,diceva che sparava tutti se non lasciavamo  questo schifo di  musica classica e non ci uniamo a lui.L’ abbiamo catalogato un povero malato di testa, ma non posso negare che ho avuto dei brividi,vedendo i gesti che faceva  e ho cercato di spiegare ai miei figli scioccati, che non accadrà  niente e che un cane che abbaia troppo … non morde.Mi ha fatto piacere che nessuno si è allarmato ,tutti lo hanno ignorato , compresi la polizia,e che tutti si sonno concentrati per il motivo per quale stavano arrivando lì).

Ci siamo lasciati portati dal occidente al oriente.Dal cielo alla terra,sulle ali della musica cameristica alla sinfonica,classica e moderna;brani,compositori,solisti,che hanno fato storia e che hanno firmato la nostra consapevolezza di essere in un mondo che non può esistere e vivere senza musica classica.

Festa di chiusura molto commovente , direttore mettendo il suo bambino sul palco , lasciandolo al comando della orchestra.

La morale : ciò che insegniamo ai nostri figli si rifletterà sul loro futuro e dei altri!


N-am mai apucat demult sa mai scriu vreun articol.Multe evenimente in ultimul timp:examene,excursii,multa treaba…Dar,va voi povesti despre saptamana ce tocmai s-a incheiat,o saptamana minunata,cea a festivalului de muzica clasica din Torino,pentru care ne-am pregatit intens;am amanat tot ce se putea amana pentru alta data si ne-am concentrat toate fortele pentru a reusi sa asimilam cat mai multa informatie muzicala.
Copiii,la inceput neancrezatori,apoi foarte bucurosi.Atat de bucurosi,incat azi,in timp ca va scriu,aud cum isi doresc sa mai mearga la spectacol.
A fost un program incarcat.Am incercat sa ajungem la toate manifestarile,ceea ce s-a dovedit destul de greu de obtinut,deoarece evenimentele erau puse unul dupa altul si nu ne ajungea timpul sa prindem locuri la toate.In unele locuri ,deoarece era prea multa lume afara,au deschis portile largi,in altele,dimprotriva,ni s-a raspuns pe un ton ferm,ca locurile s-au ocupat cu jumatate de ora inaintea inceperii si nu mai dau voie nimanui.(eu abia reusisem sa conving baietii sa parcurgem cei doi kilometrii pe jos,neavand unde parca masina)

Sunt fericita ca dupa o saptamana dureroasa (strage la Nizza,atentatul de stat in Turcia,strage in AMerica…) oamenii inca mai au puterea de a merge inainte,de a sfida aceste evenimente negative prin frumosul exprimat prin arta.Ne-am obisnuit sa vedem patrule de carabinieri si jandarmi la tot pasul,chiar si emigranti care indreapta degetele asupra cuiva,mimand ca-l impusca( s-a intamplat chiar in prima zi de festival,cand un emigrant,n-o sa-i specific natia,ca sa nu jicnesc pe ceilalti conationali extraordinari,ascultand muzica lui scalambaita in casti,zicea ca ne impusca pe toti daca nu lasam incolo muzica asta classica,insuportabila si nu ne alaturam lui.L-am catalogat un amarat dus cu capul dar nu pot sa neg ca m-au trecut fiorii vazand ce gest face si am incercat sa le explic copiiilor mei socati,ca nu se va intampla nimic si ca un caine care latra mult…nu prea musca.Mi-a facut placere sa vad cum nimeni nu s-a alarmat,toti l-au ignorat,inlcusiv politistii si ca toti s-au concentrat pe motivul pentru care ajunsesera aici.

Ne-am lasat purtati de la orient la occident;de la cer pe pământ , pe aripile muziciide camera la cea  simfonica , clasica și moderna , opere , compozitori , soliști , ce au facut istoria si care au semnat conștientizarea noastră de a fi într -o lume ce nu poate exista și trăi fără muzică clasică .

Incheierea festivalului foarte emotionanta,dirijorul urcand propriul copil pe scena,si lasand-ul sa conduca orchestra.

Morala: ceea ce ii invatam pe copiii nostrii se va rasfrange asupra viitorului lor si al celorlalti!

Questo slideshow richiede JavaScript.

.

 

 

Annunci

One thought on “Torino Classical Music Festival-2016

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...